spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Edizione 2005 Stampa E-mail

Assegnato il Premio Ava 2005

Image

Vincitrice

Stefania Riolo

dell’Ipsia di Borgosesia

 

A Myriam Pietrovecchio

il Premio speciale Città di Varallo

La cerimonia di premiazione il 18 novembre 2005

a Varallo Sesia presso il Circolo Acli Taverna d'Adda

Image
Alberta Varvello legge le motivazioni

Ha presenziato il Dirigente scolastico di Vercelli e Torino, prof. Antonio Catania, che si è congratulato con le premiate e con gli ideatori del Premio – Aldamaria, Alberta e Attilio Varvello, figli della signora Ava, Alda Madeo Varvello, nel cui ricordo hanno istituito il Premio fin dal 2000 – assicurando il suo interessamento per diffonderlo anche nella città di Torino della quale Ava era originaria.

Image
Il discorso di Gianluca Buonanno

Caloroso anche l'incoraggiamento del sindaco cittadino Gianluca Buonanno che ha consegnato il Premio Città di Varallo con cui da quest'anno ha voluto affiancare il Premio Ava, credendo fortemente in questo tipo di iniziative.
Le partecipanti all’edizione 2005 sono state 11, di cui 4 allieve dell’IPSIA Magni di Borgosesia (Barbara Bertaggia, Brigida Crispino, Stefania Riolo ed Elena Ruggio), 4 dell’Istituto Alberghiero di Gattinara (Elisa Di Napoli, Federica Marcone, Debora Navazio e Jessica Tambone), e 3 dell’Istituto Alberghiero di Varallo (Denise Baldini, Laura Ortisi e Myriam Pietrovecchio).

Image

Motivazione del Premio Ava

a Stefania Riolo

Da un semplice spunto di fantascienza ha saputo sviluppare – con articolata capacità narrativa e con una padronanza di lingua e stile notevoli per la giovane età – un racconto pervaso di freschezza ideativa nel quale il senso ecologista non rimane banalmente fine a se stesso ma si apre in una più matura e positiva fede nelle capacità atemporali di riscatto dell'essere umano.

Image   ... e del Premio Città di Varallo

  a Myriam Pietrovecchio

Abbozzando un personaggio idealista e appassionato, il racconto svela un cuore entusiasta, in una coerenza tra forma e contenuto sottolineata dalla colorita immaginazione, dal cimento in diversi registri, dal trasparente piacere di esprimere e condividere la propria umanità: il gusto di scrivere scaturisce dalla voglia di vivere.

Due menzioni speciali e la tessera del Circolo Acli Taverna d'Adda sono andate a Barbara Bertaggia ed Elisa Di Napoli.

 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB