spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
... in tutta Italia! Stampa E-mail

La cerimonia di consegna dell'ultimo Premio Ava, lo scorso 19 novembre 2007, vedeva per la prima volta l’intervento di un importante sodalizio internazionale «al femminile», il Soroptimist, a fianco dei promotori Aldamaria, Alberta e Attilio Varvello: la presidente del Soroptimist Club Valsesia, dott. Alice Freschi, consegnava infatti un gradito omaggio a tutte le partecipanti all’edizione 2007, il recente libro del giornalista Beppe Severgnini «L’italiano. Lezioni semiserie». Si univa così agli altri amici del Premio Ava che hanno collaborato all'edizione 2007: la Città di Varallo, il Lions Club Valsesia e l'Amministrazione civile del Sacro Monte.

 

Image Ma, fatto ancor più importante, la presidente del Soroptimist valsesiano annunciava una prossima e proficua collaborazione per divulgare in tutta Italia il bando di concorso 2008... e la proposta si sta concretizzando in questi giorni di febbraio con l'invio – a tutti i 137 Clubs dell'Unione italiana – di una comunicazione che invita ciascun Soroptimist a inoltrarlo e promuoverlo presso gli istituti tecnici, commerciali o professionali delle rispettive zone, dando così a molte più giovani la possibilità di esprimersi e al Premio di diffondersi a livello nazionale.

 Image 

«La specificità del premio» ha dichiarato la dott. Freschi (nella foto alla premiazione di novembre con Attilio e Alberta Varvello e il dirigente scolastico dell'Ipsia di Borgosesia prof. Giovanni Marcianò) «e l’attenzione che viene rivolta a ragazze che hanno il desiderio di scrivere ben si addicono alle finalità del Soroptimist, un’organizzazione di donne impegnate negli affari e nelle professioni, che lavorano, attraverso progetti di servizio, per promuovere i diritti umani e migliorare la condizione femminile. Nel settore «educazione e cultura», poter sostenere il Premio Ava destinato a delle ragazze è parsa un’occasione ottima, ma certamente degna di essere allargata ad altre scuole d’Italia, per uscire dall’ambito territoriale valsesiano e piemontese. Il Soroptimist Club Valsesia si augura che la diffusione a livello nazionale porti una grande partecipazione, ben meritata per l’impegno che Aldamaria, Alberta e Attilio Varvello hanno da sempre profuso per ricordare la loro mamma, donna eccezionale e brillante scrittrice: Alda Madeo Varvello, che scriveva con lo pseudonimo di Ava».

 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB